Incubo

Sono sveglio in piena notte con il cuore che batte come un martello pneumatico, devo avere avuto un incubo. A volte mi capita di svegliarmi di soprassalto, sudato e tremante, urlante di paura. Qualcosa di terrificante mi è accaduto ma non ricordo cosa, ho come l’impressione di ricordare bene gli avvenimenti solo mentre accadono ma il ricordo si squaglia come neve al sole quando apro gli occhi: una sensazione terribile perché tutte le volte le cose sembrano assolutamente reali. Stavolta mi è accaduto di volare fuori con la macchina, ad una curva l’auto non ha sterzato e io mi sono trovato a galleggiare in aria, come Thelma & Louise nel finale del film. Non avevo cercato volontariamente la morte, quantomeno non ne avevo coscienza, semplicemente e dolcemente l’auto aveva allargato la curva e io mi ero trovato a levitare in cielo (mi trovavo sospeso tra realtà e fantasia? anche se tutto aveva i crismi dell’ufficialità) e non avevo assolutamente l’idea che da lì a poco lo schianto avrebbe posto fine alla mia vita terrena. Forse non ero già più in una vita terrena, e allora dove caspita ero?