Caino

L’uomo è Caino,

mai niente lo fermerà,

non la pace,

lui ha sete di giustizia,

non di verità.

Ha fame di gloria,

non di libertà,

non quella degli altri quanto meno.

Lui viene prima di tutto,

aggredisce, calpesta, sottomette.

Esalta le sue virtù,

e dei suoi alleati,

schernisce il nemico,

il diverso, il debole.

Vive in giacca e cravatta

e picchia duro col manganello.

Vive in case dorate,

piene di servi,

non ha abolito la schiavitù:

ne ha cambiato nome e forma.

È l’uomo razzista di sempre

che annerisce le giornate

e non rischiara le notti.

Che sogna ancora

di infilarsi una tunica bianca

per nascondere il viso

e umiliare la povertà.

Che povero uomo sei!

2 pensieri riguardo “Caino”

I commenti sono chiusi.