Dolce amica

Dolce amica

scuoti le fredde lenzuola

in cui hai creduto

di accarezzare la vita.

Galoppa nei cieli immensi

della tua infanzia,

dove immergevi

i tuoi sogni di bambina.

Dove ogni desiderio

trovava conforto

nell’immaginazione.

Tu e io bambini,

a correre

tra l’oro del frumento.

Tra il verde dei prati,

tra alberi spogli,

sotto un lenzuolo

che tutto ammantava

di bianco purissimo,

come la nostra età.

Marco Fantuzzi