Quale pensiero?

Sicuramente è più facile dire: non voglio questo, quello non va bene, non ho tempo, non mi piace, no, no, no… ma non c’è niente di positivo in un no, solo opposizione a qualcosa che non ci piace. Dobbiamo sempre affermare quello che desideriamo. Io sono un tipo realista, con una buona dose di pessimismo. La legge d’attrazione, che mi dicono esista da sempre, io l’ho conosciuta da poco, ma penso sinceramente che funzioni, e ho provato gli effetti su me stesso. Credo però che nella vita non sia sempre possibile fare affermazioni positive, soprattutto quando sono altre persone che ti coinvolgono in decisioni che ti riguardano. I figli, per esempio, ti mettono continuamente alla prova, nel loro percorso di crescita c’è poco spazio per la parola no, solo quando sei tu a chiedere loro qualcosa. Loro, meglio dei genitori, hanno chiaro cosa vogliono dalla vita: vogliono tutto e subito. Sembra minimalista la cosa ma non lo è, l’adolescenza, soprattutto, non è per nulla riflessiva, impone ai ragazzi solo aggressività e impulsività, a volte capita anche che le loro scelte alla lunga possano essere quelle giuste. Ma noi genitori con alle spalle un’esperienza più matura spesso neghiamo le loro scelte, credendo comunque di fare sempre il loro interesse e il loro bene, anche se capita spesso che i figli sappiano meglio dei genitori scegliere la loro strada. Genitori e figli sono su due pianeti diversi e quando si scontrano provocano a volte terremoti devastanti, sta a noi adulti cercare di evitarli, senza caricarli di responsabilità, là dove noi abbiamo fallito.

Marco Fantuzzi

2 pensieri riguardo “Quale pensiero?”

  1. Caro Marco questi sono i dubbi dei genitori…farò bene, farò male, devo avvalermi unicamente del mio giudizio dato dall’esperienza oppure devo assecondare fidandomi del loro sentire? Non è semplice, ogni scelta genitoriale comporta delle responsabilità e a volte questo senso ci opprime ..ho quattro figli ormai adulti e so cosa significa sforzarsi sempre di fare la cosa giusta anche se a volte è ben lontana da ciò che desideriamo ed abbiamo sognato e sperato per loro, allora sola una dose di buon senso mischiata al cuore riesce a salvarmi da questa lotta..mi fido dei miei figli e cerco di guidarli sempre al meglio..qualche volta mi faccio da parte e lascio fare ma resto sempre pronta ad intervenire quando il caso lo richiede con tutto il mio appoggio e la mia vicinanza.

    Buona giornata
    Giusy

    "Mi piace"

  2. Cara Giusy, se hai quattro figli adulti hai avuto sicuramente più problemi di me che ne ho avuto due. Ma al di là dei numeri la mia era una considerazione generale, e ho portato i figli come esempio, e poi fare il genitore è il mestiere più difficile. Il post avrei voluto chiamarlo pensiero positivo, poi ho divagato un po’, ma condivido quello che hai scritto, è una strada che tutti i genitori hanno percorso.

    Buona giornata
    Marco

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.