Pentimento

Ieri sera è stata una festa

soavi voci scuotevano tempesta

ma la tua voce che tanto agognavo

era soffocata mentre ti guardavo.

Le tue labbra desideravo ognora

ascoltavo gemiti e sospiri ancora

e la tua pelle levigata e bruna

spogliavo e amavo come luce di luna.

Regina di bellezza dallo sguardo fiero

donami il tuo amore senza pensiero

spoglia il tuo cuore oltre i vestiti

libera l’animo mio tra noi pentiti.

Il pentimento mio è molto serio

l’amor che mi consola non è adulterio

ma costei non lo disdegna mai

ed io mi aggiungo a lei ed ai suoi guai.

Marco Fantuzzi