Un amore platonico

Un amore platonico

Voleva spaccare la mia vita,

ha provato a divorarmi e c’è riuscito.

Mi ha lasciato

Annichilito e frastornato,

senza speranza e senza fiato.

Non ha scritto futuro

Sulle pagine bianche, ma solo presente

Avido e sconvolgente.

È arrivato come un lampo

E con passo stanco se n’è andato

Trascinandomi in un vortice

Di inarrestabile malinconia.

E ora piove su questo amore incompiuto,

passi scivolosi su un nudo selciato,

quell’amore mi ha lasciato,

ma altri arriveranno,

se colmerò d’amore la mia vita.

 

Marco Fantuzzi

 

13 pensieri riguardo “Un amore platonico”

  1. Gli amori incompiuti si lasciano ricordare per sempre, grazie allo loro illusione di perfezione. Spesso immaginiamo che sarebbe stato stupendo ciò che non è stato. Bella e, direi, malinconica, nonostante gli ultimi due versi, che mi suonano tuttavia posticci, rispetto al mood dell’insieme, come se fossero una sorta di autoconsolazione.

    "Mi piace"

    1. Buongiorno Silvia hai pienamente ragione riguardo al finale, l’ho cambiato per dare una nota di speranza, ma non mi convinceva. L’ho scritta 3 anni fa e l’ho ripresa per vederla con una luce diversa, ma non ci sono riuscito…è come dici tu nella prima parte…anche lei la pensava così. Buona domenica.

      Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.