Cogliere vorrei

Cogliere vorrei

il fiore dei tuoi anni

ma smarrito

è il tuo profumo.

Sei rosa o ciclamino

sei giglio o gelsomino

margherita di campo

o delicato gladiolo?

Si spezzerà l’ardore

nella ricerca d’amore

vorrei cullare i tuoi affanni

sulle onde del mare.

Vorrei pagare per i tuoi pensieri

cercarti nelle strade di ieri

trovarti fra l’oggi e il domani

scivolarti sul viso.

Una cosa ti chiedo:

donami il tuo sorriso.

Marco Fantuzzi

6 pensieri riguardo “Cogliere vorrei”

    1. Forse io ho una percezione diversa rispetto a te dei miei scritti. Quest’ultimo per esempio non mi convinceva tanto, l’ho pubblicato perché è la conclusione una lunga poesia (quasi un poemetto), dedicato ad una giovane donna che è stata la mia musa ispiratrice per tante parole che mi sono uscite. Ma a lei non l’ho mai detto.

      Piace a 1 persona

      1. tu probabilmente vedi scarsa una poesia che non ha avuto esito diretto verso la sua personificata destinazione, ma ciò che conta sono le emozioni che trasmette ai tanti, e lascia dire ne trasmette. Non lo dico per sostenere quanto ho scritto prima, ma per il fatto che si avverte che scrivi col cuore e non per mero esercizio lessicale. Mi spiacerebbe non leggerti, lo dico in tutta franchezza

        "Mi piace"

      2. La verità è che quando pubblico una poesia scritta anni fa, e capita spesso, non ritrovo più le emozioni che avevo provato allora scrivendola, perché io nel frattempo sono andato avanti e il mondo intorno a me è cambiato.

        Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.