Mi rendo conto

Mi rendo conto che la qualità delle mie poesie è molto scemata negli ultimi tempi, me ne scuso con i miei affezionati lettori, ancor più con le lettrici che mi commentano.

Non scrivo più da molto tempo, l’ispirazione se n’è andata, e quello che pubblico sono vecchi scritti di qualche anno fa.

Probabilmente questo blog morirà da solo, perché verrà aggiornato sempre meno, ma le mie poesie più belle le potete trovare sui miei libri.

Ne approfitto per anticiparvi gli Auguri di Buona Natale e Felice Anno Nuovo, perché non so quando ci risentiremo.

 

Marco

Cogliere vorrei

Cogliere vorrei

il fiore dei tuoi anni

ma smarrito

è il tuo profumo.

Sei rosa o ciclamino

sei giglio o gelsomino

margherita di campo

o delicato gladiolo?

Si spezzerà l’ardore

nella ricerca d’amore

vorrei cullare i tuoi affanni

sulle onde del mare.

Vorrei pagare per i tuoi pensieri

cercarti nelle strade di ieri

trovarti fra l’oggi e il domani

scivolarti sul viso.

Una cosa ti chiedo:

donami il tuo sorriso.

Marco Fantuzzi

Domande su domande

Domande su domande

tormentano il mio cuore

so che non le leggerai

non sai leggere il mio amore.

E io scriverlo non so

so guardarti e fuggire

preparo le parole per i nostri incontri

ma scioglierle non so.

Cos’è quest’ansia che mi opprime

quando ti incontro?

È amore? So di amarti,

ma non riesco a dichiararmi!

Cosa mi frena?

La tua bellezza,

la tua giovane età,

Le mie mani vorrebbero osare!

Sono un uomo senza pace

sono un uomo senza voce

sono un uomo, ma tu non lo sai

non lo saprai, né oggi, né mai!

Marco Fantuzzi