Francesco Scarabicchi

Porto in salvo dal freddo le parole,

curo l’ombra dell’erba, la coltivo

alla luce notturna delle aiuole,

custodisco la casa dove vivo,

dico piano il tuo nome, lo conservo

per l’inverno che viene, come un lume.

 

da IL PRATO BIANCO

2 pensieri riguardo “Francesco Scarabicchi”

I commenti sono chiusi.