Se cambi il punto di vista

Se cambi il punto di vista puoi cambiare la storia, o la verità, che poi è la stessa cosa, non c’è mai un’unica verità, troppo soggettivo il nostro modo di pensare.

Considera che siamo esseri fallibili, di passaggio in una vita che non abbiamo chiesto, e questo ci pesa tremendamente.

Per questo facciamo spesso scelte sbagliate, credendole giuste, non sappiamo dialogare, tantomeno con il sesso opposto, così lontano da noi, per problematiche e cultura.

Ma siamo qui e dobbiamo condividere con gli altri i nostri pensieri, così incerti nel loro certo vagabondare.

Mettiamoci dunque comodi, perché la vita è lunga, o almeno speriamo che lo sia dal momento in cui abbiamo coscienza che con la falce in mano qualcuno ci aspetta.

E sono giorni dedicati al nostro reclamo di felicità, in cui ci affanniamo a bere il succo che questa vita che ci offre ogni giorno.

Tutto ciò ci arricchisce lo spirito, o riempie solo le nostre tasche sempre vuote?

Illusione, quanto sei presente nella nostra vita, quante volte blandisci i nostri sogni, calpesti i nostri desideri, ci rendi folli e innamorati sempre della persona sbagliata!

E allora tu “ipocrita uditore, mio simile, mio amico” cerchi appagamento nel sesso, perché quello non può mancare, “bisogna pur passare il tempo, bisogna pur che il corpo esulti.

Momenti di effimera felicità, per un po’ questo ci basta, ma presto ricominciamo ad essere schiavi di noi stessi e di un mondo che non comprendiamo, e naufraghiamo, in un mare che dolce non è mai.

Marco Fantuzzi