Che intreccio di rami questi tralci miei

Che intreccio di rami questi tralci miei,

come ore e minuti di questa vita inesausta.

Hanno il colore della terra secca,

ma di questa la sostanza.

Riposano nel freddo inverno baciati dal sole

che scioglie l’argentea brina che li avviluppa.

Contorti, si stendono su di noi,

come pensieri aggrovigliati sulla nostra tenera radice.

E sono giorni e notti, che sfuggono il nostro tempo.

 

MarFan