Perché resistere agli incantesimi

Perché resistere agli incantesimi che un racconto ci propina?

Dobbiamo immedesimarci nei panni del protagonista, indossare i suoi vestiti, calpestare i suoi luoghi, spostarci nello spazio-tempo del racconto, dimenticandoci di lasciarsi accarezzare solo dalle parole, altrimenti il rischio è di vanificare il lavoro dello scrittore, senza comprenderlo a fondo.

E vanificheremo la nostra lettura, perché il racconto ci lascerà nelle stesse condizioni in cui eravamo prima di iniziare il viaggio, perché di questo si tratta quando un autore ci attrae a sé.

Perché l’incantesimo è emozione, ma se la scintilla non scocca, se la lettura ci lascia indifferenti e vacui forse è il momento di conoscere noi stessi nel nostro racconto, non in quello di altri.

Marco Fantuzzi

One thought on “Perché resistere agli incantesimi”

I commenti sono chiusi.