La tecnologia

La tecnologia sta addormentando i nostri cuori, così scevri di passioni: non sappiamo più amare, e non mi riferisco alle singole persone, ma al genere umano nel suo complesso.

Non voglio fare di ogni erba un fascio, il singolo filo d’erba si perde nell’immensità del prato, solo quando costituiamo enorme fasci potremo accendere il cuore degli altri: facciamo l’esatto opposto, esaltiamo solo l’individualità.

La nostra civiltà porta con sé i germi dell’autodistruzione, perché non sa amare ciò che la circonda, la cosa buffa è che lo sa, ne è pienamente cosciente, ma non fa nulla per invertire la tendenza.

Folle direte voi, certo! È solo la follia che ci ha portato fin qua, altri faranno le loro scelte o ci giudicheranno, altri, non noi, a noi il futuro non interessa, i nostri figli e i nostri nipoti risolveranno come meglio credono i problemi che si troveranno ad affrontare, come abbiamo fatto noi prima di loro.

Marco Fantuzzi

2 pensieri riguardo “La tecnologia”

I commenti sono chiusi.