Invidia

Un saggio consiglio vorrebbe che si evitasse l’invidia, non menando mai vanto di sé.

Ma si sa che i consigli, se non richiesti, sono poca cosa.
E anche quando richiesti sono spesso inascoltati, contribuiscono soltanto a chiarificare chi non ne avrebbe bisogno e a confondere chi di sé lo è già.

L’invidia è purtroppo una cattiva consigliera, ci accompagna dalla notte dei tempi.
Quando non riesci a realizzarti finisci spesso per invidiare chi si è realizzato.
Invece che lavorare su noi stessi, attivando tutte le risorse disponibili, e il mondo intero è una risorsa, ci accaniamo a desiderare quello che non abbiamo, probabilmente perché fuori portata.

Non dico di condurre una vita umile, che di per sé non vuol dire povera, anzi arricchire la nostra vita seguendo le nostre passioni, le nostre emozioni, i nostri sentimenti, insomma la nostra unicità.
Non avremo così nulla da invidiare da gente così diversa da noi.

Verso sera

Il cielo spande l’oro del tramonto
e un’aria cangiante avviluppa i miei pensieri.
Esili folate di luce ritardano il buio della notte
e bianche scie attraversano il cielo.
Rossastre nubi
ritagliano figure da appendere,
come quadri di un pittore
che scaraventa in cielo la sua tavolozza,
mischiando i colori che gli son rimasti.
La purezza del bianco,
il calore del rosso,
la tristezza del grigio.
La tristezza per l’oblio del giorno,
il calore per un giorno nuovo
pieno della purezza che questo mondo ha dimenticato.

Pensieri

Le azioni degli uomini non devono perdersi nel tempo, non si devono dimenticare le imprese grandi e meravigliose, ma nemmeno le nefandezze compiute, per evitare di ripeterle.

Purtroppo le nuove generazioni dimenticano in fretta spinte dagli stessi motivi che permisero gli errori del passato. Il potere, il successo, la ricchezza sono bramati ora come allora. L’essere umano uccide per questo e prova anche piacere di ciò.

La pace non è una priorità dell’uomo, fare guerra al vicino che ha quello che tu desideri, ma che non te lo vuole dare, è di gran lunga più prioritario. E non parlo del vicino di casa, anche se a volte accade, ma delle nazioni, vicino o lontane, che non vogliono contrattare i bisogni altrui.

Per questo si generano conflitti, accesi da uomini senza scrupoli, convinti di amministrare gli interessi dei loro cittadini. Questo accade da sempre, gli uomini combattono contro tutto e contro tutti, da quando l”evoluzione li ha dotati di un cervello superiore agli altri esseri viventi.

Ma, mentre la maggior parte dei viventi ha utilizzato la propria intelligenza per migliorare la propria vita, l’essere umano è riuscito a distruggere il proprio ambiente vitale, ogni giorno di più. L’ambiente si ribella e l’uomo reagisce, una lotta incessante, senza esclusione di colpi.

Non so a cosa porterà tutto questo, anche se è facile immaginarlo, ma chi vuol vedere ha gli occhi aperti e chi vuol capire ascolta ciò che lo circonda.

Il futuro è tutto da scrivere, basta cominciare a farlo.

Notte

È notte se non ti apri alla gioia,
Non arrenderti,
Non alzare muri,
Vivi
Come se un domani non ci fosse.
Pensa
Come se la tua vita non finisse mai.
E mai finirà se tu lo vorrai.
Cogli l’attimo
Che si presenta ogni giorno.
Riempi
Il cuore delle persone che ami.
Ascolta il cuore di chi è solo
Blandisci le sue sofferenze
E troverai
La gioia dentro di te.

Marco Fantuzzi