Parlami

Parlami, or dunque,

scuoti le tue parole

da un letto silenzioso

in cui non cova amore.

Fredde coltri

non partoriscono calore,

sciogli il tuo cuore

oltre ogni ardore.

Deponi i tuoi capelli

sopra un cuscino di piume

e attendi felice l’amore

che gravido renderà il tuo odore!

Marfan's poetry

È un sorriso

È un sorriso a denti bianchi

È uno sguardo di piacere

È un accavallar di sguardi

E di argentine voci.

Sono neri i tuoi capelli

Come un corvo addormentato

Sono gambe scriteriate

Di desideroso amore.

E vuoi toglierti i vestiti

E guardare la tua luce

Che risplende nella sera

Nel tuo smisurato ardore.

 

Marco Fantuzzi

 

Amo

Amo la vita quando mi conviene

ma ripartir sempre mi sovviene,

l’amor mi coglie in ogni sguardo

amar le femmine senza riguardo.

Adorata donna inchinati a me

umile amore regalerò io a te,

spoglierò i tuoi veli senza pudore

e nell’anima tua conterò le ore.

O mia regina, con consumato ardore

disperderò nel tempo tutte le mie ore,

accarezzando l’ovale del tuo viso

ammaliato ormai dal tuo splendido sorriso.

Sei serena e te ne porti vanto

quando sciogli la voce tua in un canto,

io sperduto Ulisse in questo mare

bramo l’anima tua nel ritornare.

Buon Anno

Siam giunti ormai alla fine,

un vecchio se ne va

e un bimbo arriverà.

Ricordi e speranze

per riempir del cuore

le sue stanze.

Ho perso un amico

che mai scorderò,

ma vana è la vita

se vivi nel passato.

Vivrò il presente

con l’ardor

che mi compete.

Abbatto i muri

e lascio aperto il cuore,

altri amori arriveranno

a riempirmi il futuro.

Benvenuto Anno Nuovo!

 

Marco Fantuzzi