Tra mura ingiallite di pianto

Tra mura ingiallite di pianto

è rimasto l’odore del silenzio,

qualche scricchiolio, nient’altro.

La casa è desolata

come una terra abbandonata,

fredda come il mio cuore.

Ho spento l’ultima brace

che scaldava il mio letto bambino

col tepore caldo di nonna Teresa.

Sembra banale ripensare

ai suoi tortelli di zucca

sulla cucina economica,

al calore di una vecchia famiglia.

Marfan's poetry

Fame di scrittore

Fame di scrittore

o fame di vivere

quale mi compete?

Amica mia

non ti crucciare

dei miei pensieri.

Oggi più di ieri

sono una persona felice

certo mi cruccio

ma chi non lo fa?

Mi pesano

i momenti di solitudine

nella vecchia casa

vecchia più di me.

Ma non mi pesano i miei anni

così corroborati dalla scrittura

sempre creativa

e sempre diversa.

Marfan's poetry