Ricordi

L’onda corrode la roccia
giorno dopo giorno, inesorabilmente
tu stringi sempre meno le braccia
intorno a me, inevitabilmente.
È un soffio il tuo amore
flebile come un amaro rantolo
possente nacque nel tuo cuore
ormai si è perso il bandolo.
Dolci anni perduti
sempre da rimembrare
nei ricordi caduti
il nostro grande amare.
Smarrito è il mio presente
riempito solo di parole
quelle che appoggio dolente
tra i riflessi del sole.

Marco Fantuzzi