Nella diversità ho trovato rinforzo

Nella diversità ho trovato rinforzo

alle mie inquietudini di uomo solo,

nell’altrui persona ho cercato il mio io

che ho cercato invano dentro me stesso.

Di versi ho riempito lo stupore

per mondi diversi dal mio,

quello che non avevo era lì per essere colto,

per essere raccolto da un abbandono.

Sei in un mondo imperfetto, caro amico,

ma fai della solitudine una forza,

non una malinconia che distrugge il tuo cuore,

bacia la vita che non ti appartiene,

dagli un senso nell’appartenenza agli altri.

Un incontro di mondi diversi ci farà crescere

un giorno abbatteremo  tutti i muri che ci separano,

l’amore farà questo miracolo, niente altro.

Marfan's poetry

Dio protegge i poeti

Dio protegge i poeti,

ma chi protegge

i poeti dal mondo?

Noi potremo cambiare il mondo

ma dobbiamo essere umili

per sopportare il genere umano.

La poesia non è solo

uno sfogo dell’animo,

è il desiderio di cambiare

la nostra condizione.

E bada!

La poesia non è solo dolcezza,

è forza, energia,

è un soffio vitale.

Apriti a lei!

 

Marco Fantuzzi

8 Marzo

Quale festeggiar ti compete,

lieta festa tutto l’anno

è la vita tua

se amor ti coglie,

se lasci i tuoi pensieri

disperdersi nel vento,

leggere piume

che altre coglieranno.

Una vita indifesa,

per questo ti fai forte

per questo ti ribelli

e a volte ti arrendi.

Ma c’è luce negli occhi tuoi spenti

c’è forza negli occhi tuoi stanchi

c’è amore nell’intensità del dolore.

Marco Fantuzzi

Sul limitar del bosco

Sul limitar del bosco

udii un debole lamento,

quale timbro fosco

ravveder in questo tormento?

Il vagito di un neonato,

il pianto di un infante,

di un uomo l’urlo strozzato

o di una fata ignorante?

Niente di tutto questo,

una giovin donna

urlava un dolore manifesto,

era un pianto di madonna.

Un arciere suo compagno

giaceva a terra riverso

all’ombra di un castagno

in un terror di liquidi cosperso.

L’imbrunire giungeva a lunghi passi

e l’odor del sangue fresco

attirava le fiere giù dai massi

come in un passato dantesco.

Scesi da cavallo di gran lena

delle mie forze convinto

e sbranato fui come una falena

misero uomo dalle forze vinto.

Marco Fantuzzi