Perché resistere agli incantesimi

Perché resistere agli incantesimi che un racconto ci propina?

Dobbiamo immedesimarci nei panni del protagonista, indossare i suoi vestiti, calpestare i suoi luoghi, spostarci nello spazio-tempo del racconto, dimenticandoci di lasciarsi accarezzare solo dalle parole, altrimenti il rischio è di vanificare il lavoro dello scrittore, senza comprenderlo a fondo.

E vanificheremo la nostra lettura, perché il racconto ci lascerà nelle stesse condizioni in cui eravamo prima di iniziare il viaggio, perché di questo si tratta quando un autore ci attrae a sé.

Perché l’incantesimo è emozione, ma se la scintilla non scocca, se la lettura ci lascia indifferenti e vacui forse è il momento di conoscere noi stessi nel nostro racconto, non in quello di altri.

Marco Fantuzzi

Chimamanda Ngozi Adichie – Cara Ijeawele

ovvero Quindici consigli per crescere una bambina femminista

Questo libretto di novanta pagine, scritto nel 2017 in forma di lettera ad una carissima amica della scrittrice, si può intendere come un manifesto del movimento femminista.

Sviscera con parole semplici come una donna, da poco diventata madre, dovrebbe crescere una bambina femminista.

Il percorso è pieno di ostacoli, e Chimamanda è inizialmente restia a consigliare come svolgere un compito davvero enorme, , ma lei è anche una donna molto determinata, e la sua carriera è lì a dimostrarlo.

In punta di penna svolge una quindicina di consigli in maniera delicata e volitiva, a noi lettori il compito di recepire il suo messaggio e diffonderlo come una vampa incendiaria inarrestabile, sì che tutti, uomini e donne, capiscano che, pur nella diversità di genere, questa civiltà potrà evolvere solo se ci saranno uguali oneri e uguali onori.

Buona lettura!

Marco Fantuzzi

 

 

Charlotte Brontё

Scrivere dell’oscurità è davvero il talento di pochi, saper cogliere nelle tenebre ciò che il mondo della luce non vuol disvelare, stendendo un velo pietoso, come una nebbia densa sopra un luminoso mattino.

Inizia così questo mio viaggio verso meandri inesplorati che poco hanno da spartire con la felicità che tutti ricerchiamo.

È follia abbandonare la luce per affidarsi all’ignoto delle ombre, ma è solo lì che potrai scavare dentro te stesso, in cerca di quei demoni che prima o poi affioreranno.

 

Marco Fantuzzi