Raccontare la propria terra

Raccontare la propria terra, le aspirazioni e il vissuto della nostra gente è quello che dovrebbe fare ogni scrittore.

Pur nella fantasia che quasi sempre si adotta, versi o prosa dovrebbero testimoniare alle generazioni future cosa siamo stati.

Perché dal passato prende vita il presente.

Marco Fantuzzi

La mia memoria

C’è un posto silenzioso

nella mia memoria

dove il dolore

si è annidato.

Un pozzo

profondo e quieto,

note dolenti

nella mia musica.

Una viola d’amore

suona sul mio dolore,

staccando note

dalle mie corde.

Dove sono i prati

calpestati bambino,

tra il rosso dei papaveri

e il giallo dei denti di leone.

Io crescevo

mangiando ciocabèc

e tu ridevi con me.