Ho perduto i miei occhi

Ho perduto i miei occhi,

mentre socchiudevo lo sguardo

e filiformi ciglia sbattevano nell’incontrarti.

Li ho perduti tra i sassi del mio cammino,

tra le campanule, lungo i fossi,

nello scorrere lieto delle fresche acque,

nel giorno che si spegne e giammai rivivrò.

 

Marco Fantuzzi

Ricordo

 

Silenzioso parco

Che hai colto il mio vociare bambino

Mamma accanto a me io non ricordo.

 

Donna deturpata dalla vita

Illusa e disillusa

Un volto angosciante

Sul mio giovane sorriso.

 

Spezzata fu la tua gioventù

Quando i sogni

Dovevan diventar certezze.

 

Quando l’amore per la vita

Si tramutò in odio

E tu non riuscisti più

A celarlo al tuo cuore.

 

Troppo grande era per te!

 

Marco Fantuzzi

03-03-2015

Giovinezza

 

Odoro i tigli

Della mia giovinezza

Quando ogni giorno

Aveva il sapore di un’avventura.

 

Quando il mattino

Mi svegliava lieto

E i sogni scaldavano

Le lunghe notti.

 

La luce mi portava

Il canto dell’usignolo

E la quercia lasciava i suoi frutti

Per l’affamata ghiandaia.

 

E la vita aveva il tuo volto

Che mai più scorderò!

 

Marco Fantuzzi

09-03-2015